“Tu non tacere” di Fulvio Ervas

Mercoledì 27 maggio 2015
L’autore del fortunato “Se ti abbraccio non avere paura”, edito da Marcos y Marcos, presenta in sala il suo ultimo libro.
Ervas tocca una questione delicata e fondamentale, la cura del corpo, entrando in punta di piedi tra scienza, speranza, umanità e le contraddizioni del sistema sanitario.

<<...perchè in un mondo asimmetrico come il nostro -dice Ervas- dove qualcuno possiede tante informazioni e tanti nessuna, ti devi fidare. Accade di dover consegnare a qualcuno la tua stessa vita. Sulla fiducia. Tutto ciò che hai.>>

Fulvio Ervas

“Decora la tua tazza”

Giovedì 21 maggio 2015
Ar-tea mette a disposizione la sala, i materiali, l’insegnante (Gabriella) e il forno per lacreazione della tua tazza da tè, con la decorazione su ceramica.
Potrai decidere se lasciare la tazza in sala oppure portarla a casa.
costo di partecipazione: € 20,00.
Decorea la tua tazza

“EroTEAca” di Beppe Mora

Giovedì 14 maggio 2015
Presentazione dell’ultima creatura, appositamente creata per ar-tea, dell’artista trevigiano, riconosciuto da Stefano Benni tra i grandi autori e disegnatori satirici d’Europa.
La sua matita, il suo carboncino ardente infuso nel tè, daranno corpo alla dimensione più sensuale della vita.
"Eroteaca" di Beppe Mora

“Chi è l’artista?” di Michele Basso

Giovedì 30 aprile 2015
Dialogo teatrale tra due attrici incentrato su di un testo appositamente scritto per l’occasione da Michele Basso, già autore di “La strana bottega del Calmaggiore” edito da Santi Quaranta.
Chi è l'artista - di Michele Basso

“Infusione” di Alessandra d’Agnolo

Lavori su carta intelaiata e lastre di alluminio

Giovedì 23 aprile 2015
Nell’occasione l’artista veneziana, oltre alle sue opere esposte in sala, ha presentato un album appositamente creato per ar-tea con calcografie, litografie e stampe su base fotografica.
"Infusione" di A. d'Agnolo

 

Le radici del mondo

Sabato 11 aprile gli Spazi Bomben di Fondazione Benetton hanno ospitato l’incontro a cura della dott.ssa Mara Pavan “Le radici del mondo”, evento interdisciplinare ispirato da una visione quantistica della simbologia dell’Albero.
L’evento, in collaborazione con le associazioni trevigiane Ar-tea e Studioo Onlus la cui presidente, dott.ssa Simona Carniato, ha presentato in apertura il progetto di ecologia urbana “Adotta una farfalla” della associazione Studioo Onlus.
Sono stati invitati per sviluppare l’importante tematica autorevoli relatori:

  • L’architetto Paesaggista, Domenico Luciani;
  • la biologa, dott.ssa Barbara Mazzolai;
  • l’agronomo, dott. Claudio Corrazzin;
  • l’ortoterpeuta Antonietta Esposito.

La chiusura dell’incontro ha visto protagonista la pittrice di origine argentina Martina Escobar Perez con una personale riflessione “La danza delle parti” sulla visione che muove i suoi dipinti.
L’evento pomeridiano ha avuto la sua naturale continuazione presso lo spazio Esterno 59 ArteContemporanea in via Cairoli, 15 – appena fuori Porta Santi Quaranta – dove è stata inaugurata la mostra “Not only tree” dell’artista stessa.

Da parte nostra non possiamo che esprimere tutta la nostra gratitudine ed ammirazione nei confronti di Mara Pavan, che oltre ad essere la Curatrice di questo importante evento ci ha onorato della sua preziosa curatela nell’organizzare il calendario eventi ” Tra Parole e immagini ” in Ar-tea.
radici

Mostra Kimono d’epoca giapponesi

Giovedì 9 aprile abbiamo avuto il piacere di ospitare la professoressa Lidya Manavello che ha presentato la sua collezione di Kimono d’epoca.

La serata si è proposta di aprire una finestra sul Giappone del primo Novecento e ripercorrendone idealmente le strade, di “raccontare” questi abiti che tanto fascino esercitano per la varietà delle loro sete e le fantasie ammalianti con cui si propongono alla nostra vista.

Kimono è una parola d’uso comune che significa “cosa da indossare”, ma che al proprio interno racchiude i segreti di un popolo dalla creatività e dalle abilità artistiche straordinarie.

L’intento è di svelarne un po’ la storia, fatta non solo di sottile seduzione ma anche di regole severe e rigorosi codici cromatici, addentrandoci così nella vita e nelle abitudini delle persone che questi kimono li hanno davvero indossati.
kimono

Angela Rech, numerologa

Ar-tea il 26 marzo ha avuto l’onore di ospitare la nota ed appassionata Angela Rech, esperta di Numerologia onomantica, di psicologia trans personale, analogica e chiromorfologica.
Se pensate che la nostra vita sia appesa a dei fili, la Rech ci dimostrerà che i fili sono i numeri che scandiscono la nostra esistenza.
La presentazione della serata è stata a cura di Mara Pavan, che ha introdotto la rassegna “tra parole e immagini” e con Angela ci ha condotto nel mondo dei numeri e della filosofia pitagorica. “Nel nome, cognome e data di nascita c’è tutto. Siamo inseriti in una regia perfetta”.

Gabriella e Carlo, i soci fondatori di Ar-tea, vi invitano a condividere questo momento di gioco e riflessione. Nell’occasione verranno abbinati ai numeri i vari tè della vasta carta che offre l’associazione invitandovi a lasciarvi andare in una affascinate roulette di numeri, sapori, colori ed emozioni.

Illustrazione di Letterio Riso (ospite con una sua personale in sala).
Rech

Letterio Riso

Giovedì 12 marzo abbiamo avuto il piacere di presentarVi un talento poliedrico del panorama artistico.

Letterio Riso, presentato dalla curatrice Mara Pavan, racconterà delle sue opere di pittura su legno, in cui vengono  utilizzati come colori anche le terre del Montello, caffè e tè, che hanno come protagonisti i cavalli e illustrazioni ad aerografo che rimarranno esposte in sala da tè sino a fine mese di Marzo.

Letterio

Serata dell’8 marzo

L’8 marzo abbiamo festeggiato insieme con l’attrice Alessandra Smania e il musicista di flauto Angelo Sorato.
Due mondi misteriosi, il fascino leggendario del femminile e le leggende indiane attraverso la lettura di poesie di alcuni autori dell’affascinante continente asiatico, si sono incontrati e fusi dando vita ad una atmosfera di grande fascino e spiritualità.
8 marzo